lunedì 30 giugno 2008

Mario Gerosa. Rinascimento Virtuale



MI : Esposizione Permanente del Made in Italy e del Design Italiano

EX:IT MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
TEMPERATURA : Incontri per la Contemporaneità



con il coordinamento del MUSEO DEL METAVERSO


evento – presentazione – incontro


Mario Gerosa
Rinascimento Virtuale

La trasformazione dei mondi virtuali in social o community 3d,
lascia presagire un cambiamento epocale del web 2.0.
Hanno luogo cosi nuove ed interessanti forme espressive,
che attraverso l’interazione tra persone, forme e contenuti
raggiungono standard molto alti e sorprendentemente “adatti”
al nostro vivere contemporaneo.


4 Luglio 2008
ore 18:30
Fondazione valore Italia
Experience Italy
http://slurl.com/secondlife/ExperienceItalyE/150/212/54

Ore 22:00 The cube Stop "P_art_Y"
Temperatura lab
http://slurl.com/secondlife/Banyan/31/158/690


Arte e new media culture

L’occasione data dalla presentazione del libro di Mario Gerosa “Rinascimento Virtuale” edito dalla Meltemi, diventa il pretesto per fare il punto sull’ arte che si sta producendo attraverso l’uso dei new media. Alcuni autorevoli interlocutori osservano e ci raccontano quanto sta avvenendo, attraverso un incontro-evento, in real life presso la sede della Fondazione Valore Italia e in second life ad Experience Italy, con l’intenzione di istituire un tavolo di lavoro permanente sull’argomento.


Interventi di:
Mario Gerosa - Emiliano Gandolfi - Umberto Croppi - Domenico Quaranta - Mario Savini -Luisa Capelli - Paolo Valente aka arco Rosca - Rosanna Galvani aka Roxelo Babenco

http://www.valore-italia.it/ - http://valore-italia.it/IT/magazine
http://temperatura.ning.com/ - http://arcorosca.blogspot.com/
http://www.museometaverso.blogspot.com/ - http://museodelmetaverso.ning.com/








domenica 29 giugno 2008

Il mercato dell'Arte e l'Arte di Second Life

"In relazione al terzo è emerso che una delle preoccupazioni più serie di alcuni artisti è la possibilità o meno di vendere in RL le opere prodotte e vendute in SL, anche se non si capisce in quali termini sia posta la questione, tanto più che ci era sembrato di sentir dire, in altre occasioni, frasi come "io faccio foto solo per me stesso/a". Qualcun altro non sa come regolarsi per le quotazioni in-world delle proprie Opere.Le domande che abbiamo letto in chat sono infatti del seguente tenore: "quello che era importate capire ora se vendiamo le opere in SL con second inventory poi l'opera è cedibile anche in RL quindi?" e "come regolarsi per le quotazioni di un'opera?".

Quoto sopra una brano dal post del 25 Giugno del blog Susy Specchi e Second Life, per esprimere una riflessione sulle, a mio parere, legittime aspirazioni degli artisti di Second Life.
Tutti sappiamo che esiste un mercato dell’arte, che è poi quello che determina il valore delle opere e la loro quotazione in RL. Second Life non è ancora entrata nel mercato, se non in acluni isolati casi che tutti conosciamo.
Gli artisti che operano in World, al momento creano per puro diletto personale, al di là dei pochi linden dollar a cui vendono i propri lavori. E’ evidente poi che non tutti, forse pochissimi entreranno nel circuito del mercato RL, quindi è meglio non si creino aspettative che potrebbero andare puntualmente deluse.
Mario Gerosa ha affermato che la mostra di Firenze “Rinascimento Virtuale”, darà una bella scossa alla stasi in cui versa l’arte di Second Life, destando attenzione e curiosità per il fenomeno artistico, non trascurabile, al quale stiamo assistendo noi residenti di SL.
Pertanto,che ci piaccia o no, al di là delle nostre ideali aspirazioni, sarà comunque il mercato che deciderà la sorte degli artisti di Second Life, proprio come avviene nel mondo reale.In bocca al lupo a tutti!

P.S.Mi spiace di non poter accogliere l'invito a commentare l'ultimo post nel blog Susy Specchi, in quanto il blog è moderato. I blog nascono con lo spirito di attuare una libera comunicazione e informazione, in alternativa alla comunicazione mediata e falsata dagli organi di informazione tradizionale. Pertanto il vaglio sui post operato dal titolare del blog stravolge questo spirito libertario di Internet, che io mi sento di difendere in maniera incondizionata.

venerdì 27 giugno 2008

L'arte di Second Life nell'ultimo numero di Panorama

Nel n.27 di Panorama, oggi in edicola, è pubblicato un servizio di quattro pagine dedicato all'arte di Second Life.
Mario Gerosa, nelle vesti di novello "Virgilio del World", accompagna il giornalista Guido Castellano, autore dell'articolo, alla scoperta del fenomeno artistico che si sta producendo in Second Life: "un mondo virtuale (la scorsa settimana ha compiuto il quinto compleanno) fatto di case da arredare, negozi da visitare e giornate da vivere. Un posto dove ogni giorno vengono spesi 1 milione di dollari reali per comprare beni che esistono solo sullo schermo del pc. Ma ora in questa realtà parallela sta fiorendo qualcosa di nuovo: l'arte."
" Un fenomeno destinato a travalicare i confini del virtuale per irrompere prepotentemente nella realtà", afferma Mario Gerosa, che, oltre ad essere il massimo esperto di mondi virtuali e autore di "Second Life" e "Rinascimento virtuale" (Meltemi ed.), è anche l'organizzatore e curatore della "prima grande mostra italiana dove le opere virtuali saranno esposte in un museo reale": Rinascimento Virtuale che si terrà a Firenze nel Museo di Storia Naturale, dal 21 Ottobre 2008 al 7 Gennaio 2009.
Nell'articolo si passano in rassegna la gallerie che si stanno interessando alle opere create in world e si menzionano gli artisti italiani che sono ormai accreditati presso di esse. Si tratta dei Mattes, della mitica e misteriosa Gazira Babeli, di Marco Manray Cadioli.
Nel fare cenno ai musei virtuali che stanno nascendo in Second Life, si nomina il Museo del Metaverso; la citazione ci riempie di felicità e di soddisfazione, rafforzando la nostra determinazione a perseverare nella strada intrapresa, con sempre maggiore impegno e rinvigorita passione.
Mi fa piacere comunicare che nella terza pagina del servizio viene riportata la splendida foto di un' artista scoperta dal Museo del Metaverso e uno dei fiori all'occhiello del nostro museo.
Grazie a Mario Gerosa, grazie a Panorama!

La copertina di Panorama su Flickr

Potrete vedere le immagini della mostra "Rinascimento Virtuale" cliccando ne link sottostante
http://gallery2.panorama.it/gallery/canali/cult.html

Nel Forum di Panorama, potrete partecipare ad una discussione avviata sull'arte virtuale:
http://forum.panorama.it/viewtopic.php?id=10412

mercoledì 25 giugno 2008

Terza Dimensione, il giorno dopo

Ieri sera, il Museo del metaverso,
ha avuto il piacere di ospitare l' incontro con Frank Koolhas aka Mario Gerosa, Giampiero Moioli aka Giugiogia Auer, Marco Cadioli aka Marco Manray e Juliet Chambers, i quali hanno parlato dell'arte nel metaverso e nei mondi virtuali, dei suoi possibili sviluppi e di come il mercato sia ancora poco attento verso questo fenomeno, anche se, in questa direzione, qualcosa sembra iniziare a muoversi .





Una platea numerosa e attenta ha interloquito con i relatori, ponendo loro domande e avanzando riflessioni sul modo di essere in Second Life o ancora su problemi tecnici, quale quello della conservazione degli oggetti creati in world.






Tutti temi molto cari ai residenti di Second Life, che hanno animato la discussione sotto la conduzione discreta di Stex Auer.

Serata interessantissima, preceduta, per la prima volta in Second Life da un mini evento di presentazione (teaser) dell'evento principale.
Il successo è stato strepitoso con un picco di 45 presenze il 23 giugno e di 70 presenze il 24.
Grazie, per l'impeccabile organizzazione, a Stex Auer, che ci ha dato l'opportunità di assistere ad un appuntamento unico.
2lifecast streaming project

Foto: Stex Auer
Segnalo l'interessante post di PiùBlog, dove si riporta un puntuale resoconto della serata.

mercoledì 18 giugno 2008

La terza dimensione. Arte contemporanea, mondi virtuali e social network

Incontro in Second Life con Mario Gerosa / Frank Koolhaas, Giampiero Moioli / Giugiogia Auer, Marco Cadioli / Marco Manray
Modera Stefano Lazzari / Stex Auer

Evento in Real Life a cura di mario Gerosa e Giampiero Moioli
Evento in SecondLife ideato e a cura di 2lifecast

Allestimento e location Museo del Metaverso

Museo del Metaverso
anteprima - 23 giugno 2008 ore 21,30
incontro - 24 giugno 2008 ore 21,30

La "terza Dimensione, Arte contemporanea, mondi virtuali e social network" prosegue con nuovi argomenti e approfondimenti , il convegno avvenuto in Real Life a Pavia, il 18 maggio scorso.
l'incontro è dedicato ad approfondire il rapporto tra le arti e metaverso attraverso una riflessione sull'originale utilizzo dei nuovi media e delle nuove tecnologie.

Quali sono le origini dell’arte virtuale? Quali le prime sperimentazioni delle nuove tecnologie in campo artistico, e quali quelle attuali? Qual è lo stato dell’arte in Second Life? Esiste un mercato per queste opere virtuali? In che modo gli artisti creano, agiscono e interagiscono nel mondo virtuale? È praticabile la possibilità di utilizzare Second Life in un’ottica di marketing, per promuovere le specificità di un territorio reale?
A rispondere a queste domande saranno Mario Gerosa ( aka Frank Koolhaas) Marco Cadioli ( aka Manrco Manray), Giampiero Moioli ( aka Giugiogia Auer) Donatella Saccani (aka Alida Hasmmerer) e altre personalità della creatività e dell'arte di entrambe le vite.

L'incontro è organizzato in modo da poter avere esperienza diretta dell'evento in Real Life:
una anteprima con un allestimento con proiezioni della registrazione degli interventi, documenti, immagini anticiperà di due giorni l'incontro con i relatori, che sarà ospitato in una nuova struttura del Museo del Metaverso,
Alla fine dell'incontro ci si sposterà per un tour alla galleria Overfoto, che ospita l'ultimo lavoro di Manray e alle opere realizzate da Giugiogia Auer.
L'allestimento, realizzato dal Designer Vive Voom, sarà inoltre proposto e diffuso in tutte le land che desiderano partecipare al progetto: una serie di punti di diffusione dell'evento che vede partecipare più sim italiane.
La lista delle land che aderiscono al progetto sarà pubblicata sabato prossimo.

Il progetto e' curato dall'associazione 2lifecast, un progetto per il broadcasting di contenuti di innovazione, tecnologia arte e design in eventi mixed reality.

L'appuntamento per l'anteprima è per Lunedì 23 Giugno alle ore 21,30 CEST ( durata prevista per l'appuntamento 20 min.)
L'incontro è per martedì 24 Giugno, sempre alle ore 21,30 CEST ( durata prevista per l'appuntamento: 45 min.)

Museo del Metaverso, http://slurl.com/secondlife/Dulcamara/188/39/51

giovedì 12 giugno 2008

LABORATORIO HYPERPOP KEJO APRE I BATTENTI

Designers e artisti di Second Life: il Laboratorio creativo KEJO apre la sua sede inworld!

Nell’HyperPOP Lab è possibile: elaborare le collezioni da soli o in gruppo, collaborare con gli stilisti dell’atelier Kejo, pubblicare le proprie creazioni virtuali, farsi votare dalla community i propri lavori per guadagnare uno dei premi intermedi, vincere il premio finale di 100.000 L$!

Con l’accordo dell’ufficio stile, le vostre creazioni potrebbero, al termine, entrare nella produzione delle collezioni future RL… Partecipano offworld gli artisti DolceQ e StellaTasca by Drago trend bureau.

KEJO HYPERPOP LAB e’ un progetto realizzato in partecipazione con Style Magazine Corriere della Sera, 2LIFECAST, Museo del Metaverso. Powered by Maison the, 2ndk.

Informazioni e diario del laboratorio su www.kejolab.com

In Second Life: http://slurl.com/secondlife/materia/69/167/22/?title=Kejo%20Hyper%20Pop%20LAB

per informazioni contattate inworld gli avatar: Vive Voom ( Maison the, 2ndk - creativo e coordinatore del progetto ), Ryk Xue ( Kejo - direttore creativo ), Max Narcissus ( Maison the, 2ndk - supervisor )

————–english version follow———–

KEJO’s HyperPop LAB OPENING!

Kejo’s creative lab opening for Artists and Second Life’s designers!

Joining HyperPOP Lab you can working solo or team-up with other residents to publish your virtual creations, elaborate collections with Kejo’s designers, be voted by the community to win intermediate prizes, or grab the final 100.000 L$ big one!

At the end, according Kejo’s style managers, your creations may step further to RL market! In RL also are involved: artists DolceQ and StellaTasca thanks to Drago Trend Bureau.

KEJO HYPERPOP LAB in partecipation with Style Magazine Corriere della Sera, 2LIFECAST, Museo del Metaverso. Powered by Maison the, 2ndK.

Info lab: www.kejolab.com

for info contacts inworld: Vive Voom ( Maison the, 2ndk - creative and cohordinator ), Ryk Xue ( Kejo - creative director ), Max Narcissus ( Maison the, 2ndk - supervisor )

sabato 7 giugno 2008

Sull'"arte" di fotografare in Second Life: la foto della discordia.



Questa è la foto di Milla, "fotografa per caso", che ha provocato le aspre e in qualche caso sarcastiche critiche dei Neu-Pappisti. L'assunto parte dalla considerazione che non è corretto fotografare un'installazione di altri e metterla in vendita, spacciandola per propria.
Second Life è tutta una installazione fatta da altri, poiché, come sapete, ogni oggetto là dentro è stato costruito dai residenti. La peculiarità e la bellezza di SL sono proprio queste. Pertanto ogni oggetto, ogni casa, ogni installazione, ogni panorama, dovrebbero non potersi immortalare in uno snapshot. Prendiamo ad esempio Chou Chou, isola ricca di installazioni suggestive, luogo ideale per lo snapshottismo selvaggio. Dovrebbe essere riservata solo ai visitatori e non riprodotta? Invece pullulano le foto di Chou Chou su Flickr e sui nostri net.
Ben vengano queste foto, che salveranno e tramanderanno a futura memoria luoghi come Chou Chou o instalazioni come quella di Velazquez Bonetto, realizzata da Milla Milla Noel. Fra un mese , fra un anno o anche solo fra un giorno, tutte queste belle composizioni di prim potrebero scomparire con un semplice "delete account" o " cancel object", ma i tanti snapshot ce le restitueranno, almeno come testimonianza di quanto è stato realizzato in world.
Che poi Milla abbia messo in vendita quella foto, non lo trovo affatto strano, poiché in Second Life tutti mettono in vendita tutto e nessuno se ne è mai scandalizzato. Velazquez conosce perfettametne quella foto, che è diventata anche strumento pubblicitario dell'attività creativa che si sta svolgendo a Diabolus.
Pertanto una foto esposta in una galleria d'arte, come la foto in questione, diventa anche strumento conoscitivo di altre attività meritevoli.
Sul fatto se quella foto di Milla sia artistica, mi sembra davvero un problema di lana caprina.
Cos'è "arte" in Second Life?
In Sl sta avendo luogo un fenomeno antropologico di dimensioni enormi e non trascurabili, i neupappiisti lo definiscono dispregiativamente "artisti per caso" , mentre io lo chiamo "creatività dal basso".
Che cosa deriverà da questo fenomeno, che sarà portato alla luce della rl dalla mostra Rinascimento Virtuale, non lo sappiamo ancora, ma forse lo sapremo presto.

Sull'aspetto sottolineato dai nostri neupappisti, che l'arte non debba essere mera riproduzione della realtà, vorrei precisare che, a mio parere, essa non lo è mai, poiché si compie sempre e comunque un'opera di mediazione tra autore e realtà oggettiva, che verrà necessariamente soggettivizzata nel momento dell'atto creativo, anche soltanto attraverso lo scatto di uno snapshot.
Anche i pittori del 400 e del 500 riproducevano la realtà, costellando di paesaggi i loro ritratti. Pensiamo a Raffaello, Piero della Francesca, Vincenzo Pagani, Bellini, Luca Signorelli: nei dipinti del Pagani ad es, che ha subito forti influenze reaffaellesche, troviamo sullo sfondo le "fotografia" di noti paesaggi marchigiani.

In conclusione , vorrei molto modestamente suggerire ai neupappisti di essere più cauti nel giudizio sul fenomeno e sui comportamenti che si attuano in world.
Tutto è ancora in itinere e tutto da valutare, da classificare. Al momento oppurtuno ci chiederemo: fu vera arte?