domenica 8 giugno 2008

Temperatura 2.0: Effimero VS Sublime !! a proposito di arte "casuale", del "nulla" ovvero dell'"effimero" in arte.

Temperatura 2.0: Effimero VS Sublime !! a proposito di arte "casuale", del "nulla" ovvero dell'"effimero" in arte.

2 commenti:

roxelo ha detto...

Dove tendono gli artisti che operano in World? Non so se esite già la consapevolezza che a monte di ogni sperimentazione debba esserci un percorso teorico. Ciò presupporrebbe il possesso di conoscenze che in molti casi mancano. Tu citi Loos, che in architettura rappresenta un pezzo da novanta, essendo il fondatore del razionalismo e del design moderno. La forma diventa utile alla funzione, anche socialmente. La teoria che sta dietro il razionalismo di Loos e che troviamo nel saggio provocatorio Ornamento e delitto, racconta l’utilità sociale della produzione di oggetti di forma semplice e funzionale.
Quale teoria potrebbero elaborare gli artisti che creano in un ambiente digitale?
Mi interessa questo argomento per il progetto HiperPop di Kejo che sta partendo anche con la collaborazione del Museo del metaverso. Kejo è un marchio di abbigliamento casual. Sono diventati famosi i suoi piumini con patch decontestualizzate.Oggi Kejo mette a disposizione dei creativi di Second Life piumini canvas, cioè modelli senza patch, dove ognuno può dare sfogo alla propria creatività, creando un design originale in world. E' il primo esperimento di una azienda che guarda a Second Life come possibilità di innovazione creativa.

roxelo ha detto...

La discussione sta continuando sul ning
http://museodelmetaverso.ning.com/profiles/blog/show?id=2001614%3ABlogPost%3A4746